Domenica, 19 Maggio 2019 14:37

L'attimo nel Lido

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
Guido Costa; rotonda sul Lido del Poetto. Guido Costa; rotonda sul Lido del Poetto.

Il momento della nascita della fotografia,  il 1839, ma soprattutto il suo utilizzo generalizzato negli anni a seguire, costituisce un fattore di crisi per la pittura, intesa come attività volta a soddisfare fini utilitaristici. La nascente attività fotografica, caratterizzata da minori tempi di produzione e di attesa, si prestava meglio ai ritratti, alle riprese paesaggistiche, e ai reportage. È da questo momento che la pittura diventa un'attività prettamente intellettuale e d'èlite; per questo motivo, alla fotografia spesso non viene riconosciuta la rispettabilità di un'attività propriamente artistica.

Il dibattito sull'identità artistica (o meno) della fotografia porterà, nella seconda metà dell'Ottocento, a due tesi: la prima, sostenuta da Baudelaire e dai simbolisti, secondo cui l'arte è un'attività spirituale e non può essere sostituita da un mezzo meccanico; la seconda, portata avanti dai realisti e dagli impressionisti, riconosce un problema di visione che si risolve distinguendo nettamente le funzioni dell'immagine fotografica da quelle dell'immagine pittorica. Da questa tesi nascerà la pittura liberata dal compito tradizionale di “raffigurare il vero”. In effetti, anche la fotografia non propone la realtà “com'è”; allo stesso modo del pittore, il fotografo è mosso dalle proprie inclinazioni estetiche, dalla scelta dei soggetti e dei motivi: l'occhio della camera è parziale quasi quanto quello umano.

E' osservando le fotografie di Guido Costa (Sassari 1871, Cagliari 1951) che mi convinco come la fotografia possa rivelare qualcosa di più di una oggettivazione incontestabile. La fotografia conserva l'impressione di un attimo, quella che scorre nella mente durante un battito di ciglia, ed è quasi sinestetica: uno spontaneo mormorio risuona nello spazio in lontananza, e, così come nei dipinti di Monet e Renoir, non è difficile immaginare il rumore leggero del mare. Oltre che un paesaggio tipicamente en plein air, forse è l'interesse totale per i soggetti che avvicina questo scatto di Costa ai maestri dell'impressionismo.

 

Letto 786 volte Ultima modifica il Giovedì, 23 Maggio 2019 16:58
Altro in questa categoria: « AUTORITRATTI DELL'ASSENZA: LIU BOLIN

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Il portale

ARTIS AES è il primo portale che offre allo stesso tempo servizi di consulenza, intermediazione e compravendita nel mondo dell'arte.

Offriamo perciò un servizio speciale che permetta di individuare opportunità d’investimenti nel mondo dell'arte, con la finalità di garantire ad acquirenti e venditori il giusto prezzo per l’opera d’arte.

ARTIS AES LTD - 20-22 Wenlock Road N1 7GU - London - England - ©2018 - All Rights Reserved.

Search

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok